Kids, tattoos & smiles (Cambogia)

Una bambina del villaggio si accorge dei tatuaggi che spuntano da sotto la camicia. Svicola dallo sguardo della maestra e si avvicina incuriosita, passa il dito sulla pelle e mi guarda con un sorriso stupito.

Cambodian kid

Cambodian kid (vikingandre.com)

Le altre bambine arrivano immediatamente, scrutano e sorridono. E poi arrivano i maschietti, osservano, sfiorano, mi guardano e ridono. Dopo 5 minuti sono circondato da un nugolo di bambini: nessuno è più seduto ai banchi consunti della scuola, guardano le mie braccia e ridono. Ridono festanti e mi sorridono allegri.

Live, love, laugh - Cambodian style

Live, love, laugh – Cambodian style (vikingandre.com)

Questa è la Cambogia, questi sono i bimbi cambogiani: hanno poco o nulla, ma sanno ridere. E io rido con loro, rido, ridiamo tutti insieme fino a farci scendere le lacrime.

About vikingandre

girovago e scribacchino
This entry was posted in Thoughts & reflections, Travel, Travel w/kids and tagged , , , , . Bookmark the permalink.